contatti

e-mail



Il rossetto sull'ostia


dall'omonimo racconto di Aidan Mathews

regia Renzo Sicco
con la collaborazione di Marina Jarre

musiche composte da Vittorio Nocenzi - Alice

con Gisella Bein - Marco Morellini - Renzo Sicco - Paolo Sicco - Cristiana Voglino - Monica Fantini - Marco Antonio Gallo

"Il rossetto sull'ostia ha debuttato nel '95 alla diciassettesima edizione di Asti Teatro. Tratto dal testo omonimo del dublìnese Aidan Mathews, vincitore del Premio Grinzane Cavour 1995 per la narrativa straniera, esprime la gioia sentimentale di un'insegnante che riscopre l'amore a quarant'anni, grazie all'incontro fortuito con un medico.
Un destino piacevole, ingannevole, violento li unisce e separa. A Meggie, interpretata da Gisella Bein, rimangono i ricordi dell'innamoramento della prima volta.
E una donna libera, indipendente, amante della sua professione, che grazie al suo modo di essere un pò distratta e poco ortodossa, può permettersi di lasciare il rossetto sull'ostia o di innamorarsi con l'eccitazione e l'ingenuità di un'adolescente.
Mathews descrive le diverse tonalità emozionali del racconto attraverso la voce della donna monologante; la regia pur rispettando lo stile e il carattere dell'autore riconduce la prosa diaristica ad una dimensione corale. In un'aula con banchi e cattedra, che esprimono semplicità e rigore al tempo stesso, il regista colloca i personaggi evocati da Meggie, che presenti in scena fino alla fine, rappresentano il mondo circostante, dal quale la protagonista, neanche nei momenti di più intensa solitudine, potrà estraniarsi completamente.
Le musiche originali di Vittorio Nocenzi e le canzoni di Alice interpretate da Cristiana Voglino, scandiscono le sensazioni più forti, offrendo ulteriori vibrazioni al testo.
Lo spettacolo è coraggioso ed incisivo.